,

,
  • Latest News

    Tawasul Italy 2015. Powered by Blogger.
    Monday, 4 May 2015

    Tawasul's Books

    Perle di saggezza profetica

    Nella raccolta di hadith presentata in questo volume, la cui traduzione dall’originale arabo è stata  curata dalla Dr.ssa Banti, sono stati inserite le tradizioni del Profeta (pbsl) tratte prevalentemente  dal Kitab al-Iman dal Sahih Muslim e dal Kitab al-adab dal Sahih al-Bukhari. La  scelta  degli  hadith  è  stata  dettata  dalla  volontà  di  presentare  presso  il  pubblico  italiano  una  raccolta dei detti del Profeta (pbsl) che prediligesse il lato spirituale della sunna, cui abbiamo fatto  precedentemente  riferimento. Gli  hadith  citati  infatti  trattano  di  temi quali:  l’importanza  di un  corretto  comportamento  verso  il  prossimo,  la  natura  del  legame  di  fratellanza  tra  i  credenti,  l’importanza dei legami parentali e la misericordia di Dio. Purtroppo nel mondo contemporaneo,  così  come  in  epoca  più  antica,  gli  insegnamenti  dell’Islam  e  quelli  legati  alla  sunna  del  Profeta  (pbsl)  sono  stati  oggetto  di  fraintendimenti  dovuti  alle  più  diverse  ragioni.  Fin  dall’epoca  medievale,  infatti,  il  mondo  musulmano  è  entrato  in  un  rapporto  conflittuale  con  quello  dell’allora  occidente  cristiano  e  ciò  ha  determinato  un  certo  atteggiamento  critico,  che  ha  condotto  o  alla  deliberata  distorsione  degli  insegnamenti  dell’Islam  o  ad  un’interpretazione  inadeguata, in quanto plasmata sulle categorie religiose cristiane.

     

                                               The Preaching of Islam, Thomas Arnold

    Professor Thomas Arnold, a Cambridge scholar of Islam of the late nineteenth and early twentieth centuries, authentically describes the peaceful spread of Islam throughout the world. From Arabia, Islam spread to North Africa, interior of Africa, Andalusia, India, Indo-China, and indeed all of parts of the known world of the time. The Orientalists, medieval polemicists, missionaries and the modern media all argue that Islam has been spread by the sword. In the current media war against Islam, Muslims and Arabs, the violent images of Islam is projected and stressed again and again. Unfortunately, these illogical and politically motivated assertions go unchallenged even now, it is at this stage that Tawasul Centre for Research and Dialogue has undertaken the republication of the classic work of Professor Arnold. Arnold was an independent and highly sympathetic scholar of Islam who knew both Islam and the West thoroughly. Backed up by a rare scholarship into the history of the peaceful spread of Islam, Arnold proves that it was not the sword, but the beauty of Islam, the exemplary character of its early followers, the oppressive social condition of the people ad Islam’s universalistic teachings that helped to spread Islam. The book is not just a presentation of the events but a critical look at them supported by numerous historical documents in Latin and other languages. It also contains a biographical sketch of the Prophet (peace upon him) as a presenter of Islam, along with meditations on Islam.



    Il carattere ideale nell'Islam
    Nella vita, quando le difficoltà e i problemi si pongono di fronte ad un uomo, e le tenebre delle avversità e delle sofferenza lo avvolgono, solo la pazienza può illuminare di nuovo la vita del credente evitandogli di vagabondare senza meta e preservandolo dalla delusione, dalla disperazione e dalla frustrazione. La pazienza è una qualità basilare che aiuta il musulmano a plasmare la sua vita in questo mondo e nell’Altro, perché lo guida come un faro permettendogli di superare con successo tutte le prove della vita. Il credente deve essere preparato a sopportare le difficoltà e non deve mai cercare di evitare le proprie responsabilità. Inoltre nessun dubbio, nessun problema e nessuna difficoltà devono spingerlo alla violenza, perchè il credente deve rimanere sempre fiducioso e non deve lasciarsi spaventare dalle nuvole nere che appaiono all’orizzonte della vita, perché deve essere sicuro che tutti problemi saranno presto risolti e che presto tornerà il sereno.
    Dal momento che l’Altissimo ha chiaramente affermato che nessun uomo può scampare dalle prove e dai problemi della vita, il credente deve sempre essere pronto ed in allerta, quando sarà chiamato ad affrontarli e non ne deve essere spaventato o depresso. Nel Sacro Corano infatti è scritto: “Certamente vi metteremo alla prova per riconoscere quelli che di voi combattono e resistono e per verificare quello che si dice sul vostro conto”



    Muhammad, il Profeta dell'Islam (pbsl)
    Il Corano, inviato da Dio come rivelazione finale all’umanità, descrive il profeta Muhammad (pbsl) come un modello per la vita di ogni credente, perché la sua missione è stata quella di mostrare agli uomini i segni di Dio, per purificarli e per insegnare loro la saggezza. La vita del Profeta Muhammad (pbsl) dal canto suo, come è stato sottolineato da sua moglie Aisha, può essere descritta come una testimonianza vivente del Corano. Il Profeta, infatti, è sempre stato in tutta la sua vita misericordioso e generoso e, anche prima di diventare Messaggero dell’Altissimo, i pagani della Mecca lo avevano soprannominato al-Amin: il più onesto della comunità. Per questo motivo lo sceglievano spesso come mediatore nei conflitti e nelle ostilità tra i diversi clan. Inoltre, il Profeta (pace e benedizioni su di lui) si prendeva cura dei poveri e degli oppressi, onorava i suoi ospiti ed era gentile sia con i parenti che con gli estranei. Circa dopo dieci anni dall’inizio della sua missione, quando lui e i suoi seguaci dovettero affrontare un’aspra persecuzione da parte dei pagani, il Profeta (pace e benedizioni su di lui) si recò a Ta’if, una città vicina alla Mecca, sperando di convincere i suoi abitanti della veridicità della sua missione. Al contrario di quanto sperato, però, ricevette un trattamento avvilente non solo dai capi della comunità ma anche dal resto della popolazione. In quest’occasione però il Profeta (pace e benedizioni su di lui), anche se era ferito e aveva perduto molto sangue, non mostrò alcun rancore verso i suoi aggressori, ma pregò Dio di perdonarli perché non erano consapevoli della gravità delle loro azioni.


    The Spiritual and Medical Benefits of Islamic Prayer,  
    Dr. S. Lei
    For the believer, who submits voluntary to the divine will and accepts Prophet Muhammad (pbuh) as the last messenger of the Almighty, the performance of the five daily prayers constitutes a solemn duty towards God, as the following verse of the Quran says: “For such Prayers are enjoined on Believers at stated times”.
    In a well known tradition, reported both by Bukhari and Muslim, the five daily prayers are described as one of the pillar of Islam, the declaration of faith in one God and in the mission of Prophet Muhammad (pbuh) being the first one. In a wider sense, according to the teachings of Islam, all human life can be considered as a form of prayer, when the believer acts in submission to the divine will. In fact, man has been created to actualize worship in all his life, as the following verse of the Holy Quran says: “I have only created Jinns and Men, that they may serve Me”. In fact, every good action, even the most mundane, if performed with sincerity and the right intention, trying only to obey the divine law, is considered a form of worship in Islam. To feed the poor, to help the needy, to work to improve the life conditions of the individuals and the society, can be all considered forms of prayer, if performed seeking the divine approval.



    I benefici spirituali e medici della preghiera islamica
    Dr. S. Lei
    Attraverso una meditazione sulla natura della preghiera islamica, ossia analizzandone in profondità il significato è possibile anche riflettere sulla concezione coranica dell’essere umano, sulla sua finitezza, temporalità e status di ente creato. Nel versetto 14 della sura 20 è scritto: “In verità Io sono Allah: non c’è Altro dio all’infuori di Me. AdoraMi ed esegui l’orazione per ricordarti di Me”. L’espressione italiana “eseguire l’orazione” traduce quella araba “Iqamat salat”, che etimologicamente significa “stabilire una relazione in modo stabile e duraturo”. Secondo l’insegnamento coranico la relazione tra uomo e Dio si stabilisce e si consolida proprio attraverso la salat, il cui significato non si esaurisce nella recitazione di determinati versetti coranici accompagnati dai movimenti del corpo, ma può essere considerato un vero e proprio atto dinamico che pone il credente in un rapporto diretto con Dio aprendolo all’eternità nel mezzo della temporalità della propria esistenza terrena. Per poter arrivare a comprendere però il valore ultimo della preghiera all’interno della vita del credente dobbiamo far riferimento a quei versetti che descrivono la cadute di Adamo (quindi di tutta la specie umana) dalla condizione paradisiaca. In questo contesto non ci interessa descrivere minuziosamente l’episodio, ma è importante sottolineare che l’atto di disubbidienza di Adamo venne accolto da Dio con il perdono e, quindi, la collocazione della specie umana nell’ambiente terrestre non deve considerarsi una punizione, ma una conseguenza necessaria legata alla natura stessa della creatura umana. Nel Sacro Corano è scritto: “……Poi Iblis li fece inciampare e scacciare dal luogo in cui si trovavano. E Noi dicemmo: <<Andatevene via, nemici gli uni degli altri. Avrete una dimora sulla terra e ne godrete per un tempo stabilito>>. Adamo ricevette parole dal suo Signore e Allah accolse il suo [pentimento]. In verità Egli è Colui che accetta il pentimento, il Misericordioso. Dicemmo: <<Andatevene via tutti [quanti]! Se mai vi giungerà una guida da parte Mia, coloro che la seguiranno non avranno nulla da temere e non saranno afflitti>> (Cfr. Il Sacro Corano 2:35-38).

                          Introduzione al Sacro Corano
    Sheikh Abdul Muezz Abdul Sattar of Qatar, in his in-depth study on the Quran and the Old Testament, compares the concept of human freedom, its range and depth in both religious books. Various shades of human freedom like religious pluralism, women’s rights, civil and political rights conceptualised by the Quran and the Bible are studied within an objective perspective in the interest of religious dialogue and harmony. Backed up by the techniques of comparative religious studies and superb reasoning, Sheikh Abdul Muezz deconstructs many of Orientalist and right-wing charges against the Quran. The book is an asset for anyone interested in challenging the Islamophobic discourse that is so prevalent in today’s public space; and for those interested in Islam, the book offers an illuminating worldview of the Quran, rooted in the oneness of God and universal brotherhood.



    Preaching of Islam, T. Arnold
    Professor Thomas Arnold, a Cambridge scholar of Islam of the late nineteenth and early twentieth centuries, authentically describes the peaceful spread of Islam throughout the world. From Arabia, Islam spread to North Africa, interior of Africa, Andalusia, India, Indo-China, and indeed all of parts of the known world of the time. The Orientalists, medieval polemicists, missionaries and the modern media all argue that Islam has been spread by the sword. In the current media war against Islam, Muslims and Arabs, the violent images of Islam is projected and stressed again and again. Unfortunately, these illogical and politically motivated assertions go unchallenged even now, it is at this stage that Tawasul Centre for Research and Dialogue has undertaken the republication of the classic work of Professor Arnold. Arnold was an independent and highly sympathetic scholar of Islam who knew both Islam and the West thoroughly. Backed up by a rare scholarship into the history of the peaceful spread of Islam, Arnold proves that it was not the sword, but the beauty of Islam, the exemplary character of its early followers, the oppressive social condition of the people ad Islam’s universalistic teachings that helped to spread Islam. The book is not just a presentation of the events but a critical look at them supported by numerous historical documents in Latin and other languages. It also contains a biographical sketch of the Prophet (peace upon him) as a presenter of Islam, along with meditations on Islam.

    • Blogger Comments
    • Facebook Comments

    0 comments:

    Post a Comment

    Item Reviewed: Tawasul's Books Rating: 5 Reviewed By: Unknown
    Scroll to Top